Protagonisti

PAOLA PALESTINI

Professore Associato presso la Scuola di Medicina e Chirurgia, Milano-Bicocca. Coordinatore della Scuola di Specializzazione in Scienze dell’Alimentazione, presidente del master in Alimentazione e Dietetica Applicata-MasterADA.  La sua ricerca scientifica indaga strutture a livello della membrana cellulare (zattere lipidiche). In quanto membro del centro POLARIS (Polveri in Ambiente e Rischio per la Salute) studia  le nano e micro-particelle ambientali e il loro impatto sulla salute umana. Negli ultimi anni si è interessata alla divulgazione dei principi di sana e corretta alimentazione.

 ALDO ZULLINI

Aldo Zullini si è laureato nel 1966 in Scienze naturali presso l’Università degli Studi di Milano. E’ stato docente di Zoologia, di Ecologia e di Zoogeografia all’Università di Milano-Bicocca. Si è occupato soprattutto di sistematica e di ecologia della microfauna del suolo e delle acque dolci.

 STEFANO BOCCHI

Laureato in scienze agrarie, è professore straordinario dal 2010 presso l’Università degli Studi di Milano. Si occupa di agronomia e coltivazioni erbacee. Le Attività di ricerca sono: agrotecnica delle colture cerealicole e foraggere; applicazioni di tecniche innovative nello studio dei sistemi colturali. L’attività di ricerca è documentata da 150 pubblicazioni, alcune delle quali come autore unico. Di recente pubblicazione (2015) il libro “Zolle. Storie di tuberi, graminacee e terre coltivate” Ed. Raffaello Cortina.

ANNASTELLA GAMBINI

Laureata in Biologia, da anni si occupa di educazione scientifica. È professore associato presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Progetta da diverso tempo ambienti di apprendimento per lo studio della biologia con particolare riferimento all’educazione ambientale e alla diffusione della cultura scientifica. Ha realizzato numerosi audiovisivi e ipertesti per la didattica. Collabora con la Città Metropolitana di Milano (Settore Ecologia), con il BGCI of London e con il MuSe.

ANDREE’ BELLA

Andrée Bella, psicologa clinica, da anni si occupa di coniugare filosofia intesa come pratica di trasformazione di sé e psicologia nell’ambito delle attività formative che svolge tramite l’Associazione Eupsichia di cui è fra le socie fondatrici. Uno dei suoi temi di ricerca e sperimentazione è quello del rapporto psiche-universo naturale, che ha approfondito intrecciando la filosofia antica, il mito e la psicoanalisi. Ha recentemente pubblicato per Ponte alle Grazie Socrate in giardino. Passeggiate filosofiche tra gli alberi.

SISTA BRAMINI

Sista Bramini è una regista italiana di teatro. Oltre che regista, è anche autrice, attrice e narratrice; è stata l’ideatrice del genere TeatroNatura. Lo spettacolo si svolge in un luogo, con la luce e con le sonorità della natura, con l’uso soprattutto del canto e delle polifonie a cappella; lo scopo di questo genere è promuovere, attraverso gli strumenti teatrali, il recupero delle radici culturali e la qualificazione del paesaggio. Sista Bramini dirige la compagnia teatrale O Thiasos che ha fondato nel 1992 e la Sala CantieriScalzi di Roma; la sua attività artistica si concentra sullo sviluppo del racconto legato al mito classico. È insegnante del Metodo Feldenkrais.

GIUSEPPE PORTELLA

E’ un artista autodidatta, quella per la pittura e l’arte in generale è una passione con radici profonde. Tutta la sua vita è stata una continua ricerca e sperimentazione di materie e forme nuove, nel tentativo costante di comunicare. Lavora soprattutto la resina ed ogni sua opera d’arte con questo materiale è il frutto di una trattativa fra la sua e la volontà della resina stessa.

DANILO RAIMONDO

E’ artigiano del suono, costruttore di strumenti e oggetti sonori, lavora diversi materiali quali zucche, legno, canne di fiume e di bambù, ossa, conchiglie, metallo. Oltre alla progettazione e realizzazione di strumenti musicali, organizza concerti, laboratori, seminari ed incontri.

MICHELE CAFAGGI

Ha studiato tra Milano e Parigi recitazione, arti circensi, mimo, clownerie ed  improvvisazione teatrale e ha esperienze nel teatro di ricerca e nel teatro di compagnia. E’ stato il primo artista in Italia a creare uno spettacolo intero dedicato alle Bolle di Sapone. Dal 1993 si  esibisce come artista di strada e di teatro passando dalle grandi platee internazionali alle feste di paese e andando ovunque ci sia l’occasione e il piacere di incontrarsi con il pubblico. E’ Dottor Sogno presso i reparti pediatrici dove opera la Fondazione Theodora Onlus.

VINCENZO ZITIELLO

E’ un compositore concertista, inizia giovanissimo lo studio della musica suonando flauto traverso e viola. Nel 1974 con Franco Battiato fa parte del gruppo “ Telaio Magnetico ” come Violista. Primo divulgatore dell’arpa celtica in Italia dal 1977 si dedica al suo studio frequentando stage di cultura e musica bretone tenuti al “Ti-Kendalc’h”. Nel 1978 forma il duo d’arpa e oboe con Roberto Mazza. Nel 1980 si perfeziona con Alan Stivell in arpa bardica e canto Gaelico e Britonnico. Nel 1984 partecipa al progetto di Nicola Frangione “ Italic Environments ” con il brano “ Nembo verso Nord ” per Arpa Bardica e Tabla e Tampoura, disco LP presente in tutti i musei di arte contemporanea del mondo. Nel 1985 forma il duo “ASCIARA” con Saro Cosentino e registra un 45 giri prodotto da Franco Battiato, edito dalla EMI elaborando un brano tradizionale irlandese cantato in gaelico vincendo la “Vela D’Argento” a Riva Del Garda. Nel 1986 scrive con Saro Casentino il brano “ Nuvole Rosse ” nel disco “ Parck Hotell” per Alice.  Pubblica otto album dal 1987 al 2011. Partecipa alla rappresentazione teatrale della tragedia greca di Eschilo “ I Persiani ” con musiche di Franco Battiato e regia di Mario Martone al teatro greco di Siracusa INDA.

VITTORIO FUSARI

Dopo aver studiato Filosofia e dopo essere diventato ferroviere nella sua città natale tra i vigneti di Franciacorta, nel 1981 inizia la sua carriera in cucina con l’ osteria “Il Volto”, vicino al lago d’Iseo, dove ha raggiunto la stella Michelin.
Prosegue la sua carriera aprendo “La Dispensa Pani e Vini in Franciacorta” con cui attualmente  mantiene un rapporto di collaborazione,  da quest’anno infatti Fusari lavorerà al Pont de Ferr: l’osteria nel cuore dei Navigli a Milano. Intrattiene inoltre uno storico rapporto con Slow Food.

ANGELO BISSOLOTTI

Insieme ai tanti e validissimi collaboratori) ha ormai fatto del suo locale l’Osteria del Treno  (Gambero Rosso 2015)  un punto fermo per chi vuole mangiare in modo tradizionale (lombardo, ma non solo), con materie prime di assoluta qualità (dai molti Presidi Slow Food alle scelte di collaudati selezionatori, come Jolanda de Colò), e in un clima di calda convivialità.

ANDREA SONNINO

E’ laureato in Scienze Agrarie. Dal 2001 al 2014 ha svolto la propria attività professionale presso la FAO di Roma, dove ha ricoperto l’incarico di Chief, Research and Extension Unit e coordinato le attività relative alle biotecnologie. Prima di iniziare la sua collaborazione alla FAO, ha lavorato all’ENEA presso il C.R. Casaccia (Roma). Le sue attività di ricerca sono state incentrate sull’uso di biotecnologie per il miglioramento genetico delle piante. Ha lavorato come visiting scientist presso l’International Potato Center di Lima, Perù, e come consulente per la Commissione Europea e per le Nazioni Unite. E’ autore e curatore di più 100 lavori tra articoli scientifici e libri, è coautore di 3 varietà migliorate e di una biotecnologia brevettata.                                                                           Il Dr. Sonnino è vice presidente della FIDAF (Federazione Italiana Dottori in Agraria e Forestali), socio corrispondente dell’Accademia dei Georgofili, visiting professor della Universidad del Museo Social Argentino di Buenos Aires e Global contributor, per il Global Environmental Outlook 6 dell’UNEP.

PIERO SARDO

E’ presidente della Fondazione Slow Food per la Biodiversità dal 2004 ne è uno dei fondatori e membro del primo direttivo nazionale Radio Libere, è giornalista e si occupa, tra le altre cose, di enograstronomia. La sua attività giornalistica, iniziata nei primi anni ’90 con la collaborazione alle Guide dell’Espresso e all’Unità, è proseguita su numerose testate: redattore della rivista Slowfood, collabora regolarmente con diversi quotidiani e settimanali. È tra gli ideatori di alcuni dei più importanti progetti di Slow Food (Arca del Gusto, Presìdi, Mercati della Terra) ed è impegnato nelle varie campagne di Slow Food, in particolare quelle per la difesa dei formaggi a latte crudo, per una corretta etichettatura dei prodotti di qualità (etichetta narrante) e per il benessere animale.

ANNA VILLARINI

E’ biologa e specialista in Scienza dell’Alimentazione. È ricercatrice presso il Dipartimento di Medicina Predittiva e per la Prevenzione della Fondazione IRCCS-Istituto Nazionale dei Tumori dove coordina alcuni studi di intervento alimentare. Collabora, inoltre, come nutrizionista con il “Day Service Ipertensione” della Medicina Cardiovascolare dell’Università di Milano, Fondazione IRCCS Ca’ Granda-Ospedale Maggiore Policlinico di Milano. È spesso ospite, in qualità di esperta di nutrizione, della trasmissione Elisir, su RAI 3, condotta da Michele Mirabella. Ha un’intensa attività di conferenze su tutto il territorio nazionale. Ha già pubblicato con successo Prevenire i tumori mangiando con gusto, scritto con Giovanni Allegro ed edito da Sperling & Kupfer.

RICCARDO GEMINATI

E’ referente della comunità del cibo della bassa bresciana di Slow Food, è membro della Cooperativa Sociale L’antica Terra ed è promotore del progetto “La comunità del cibo”, ovvero mira a creare interesse verso quei metodi di coltivazione, prodotti, tecniche di cucina, scambi di cultura che avvicinino le persone alle tematiche del buon cibo, inteso come salutare.

LORENZA ZAMBON

Attrice/giadiniera, si unisce alla società di produzione e promozione teatrale Casa degli alfieri (allora ancora Teatro del Magopovero) nel 1981, provenendo da Padova dove (oltre a conseguire la laurea in scienze politiche con indirizzo sociologico) si era formata nel Centro Universitario Teatrale, quello “storico” Teatro Popolare di Ricerca diretto da Lorenzo Rizzato, una delle prime formazioni sperimentali venete e punto di riferimento di tante generazioni di attori. Da allora condivide un percorso di ricerca e creazione che ha portato a realizzazioni teatrali quali ”Galileo”, “Van Gogh” e “Creature” di Luciano Nattino assieme ad Antonio Catalano, “Il valzer del caso” di Victor Haim e “Giorni felici” di Samuel Beckett in cui è protagonista, e i fortunati duetti “La barca” di Gerard Gelas con Alessandro Haber e “Maudie e Jane” di Luciano Nattino da Doris Lessing, con Judith Malina del Living Theatre, spettacolo che ottiene sei stagioni di repliche, oltre a vari premi e riconoscimenti. Nel 1999 inizia una personalissima linea di ricerca centrata sulla relazione fra la specie umana e il suo ambiente che dà origine alla realizzazione di spettacoli teatrali, laboratori e di un festival, “Naturalmente arte”, tutti volti ad indagare, approfondire e riattivare il rapporto fra gli uomini e la natura

FRANCO PIAVOLI

E’ un regista cinematografico italiano che autoproduce i propri lungometraggi.
Laureato in legge, esercita per alcuni anni la professione di avvocato. Realizza il documentario Stagioni nel 1961; in seguito abbandona l’avvocatura per insegnare in un istituto tecnico e dedicarsi al lavoro di documentarista.
Dopo aver realizzato altri documentari (Domenica seraEmigrantiEvasi), si mette in luce nel 1982 quando presenta Il pianeta azzurro, suo lungometraggiod’esordio, in concorso al Festival del cinema di Venezia. La realizzazione di quest’opera fu resa possibile grazie all’interessamento dell’amico Silvano Agosti il quale (come ci racconteranno in diverse interviste) un giorno del 1979 si presentò da Piavoli a Pozzolengo con una cinepresa ed un pacco di bobine dicendogli che era ora che realizzasse il suo primo lungometraggio. Per tutto l’anno a seguire Piavoli lavorò alle riprese di questo che Andrej Tarkovskij definirà un capolavoro, in assoluta solitudine.
Negli anni seguenti realizza altri tre lungometraggi (Nostos – Il ritorno, 1989; Voci nel tempo, 1996; Al primo soffio di vento, 2002). Nel suo cinema Piavoli non dà molta importanza alle parole (nei suoi film, in generale, sono poche le parole pronunciate dai protagonisti), concentrandosi principalmente sull’immagine, rivelando la sua passione per la fotografia.
Nel 2007 l’associazione culturale Centro Coscienza di Milano ha dedicato a Franco Piavoli una retrospettiva intitolata Franco Piavoli. Il dono dei sensi, esponendo le sue fotografie giovanili scattate nei primi anni cinquanta, i dipinti a olio del 1978 in preparazione a una sequenza del Pianeta azzurro ed un’ampia scelta di fotogrammi tratti dai suoi cortometraggi e dai lungometraggi. Piavoli è accademico ordinario per la Classe di Lettere e Arti dell’Accademia Nazionale Virgiliana di Mantova.

ROSITA MARIANI

Danza professionalmente dal 1987, la sua formazione, intrecciatasi con il lavoro di danzatrice e focalizzatasi a lungo su principi e metodologie provenienti dalla danza contemporanea di matrice americana, è avvenuta in Italia e negli Stati Uniti e ha attraversato fasi diverse, alla ricerca di una profondità dello sguardo insieme al gusto per la sorpresa che viene dal movimento. Si occupa di creazione coreografica con lucylab.evoluzioni, di cui è direttrice artistica dal 2004. Negli anni ha avviato e consolidato collaborazioni artistiche con Cinzia Severino, danzatrice e insegnante.

CINZIA SEVERINO

Danza come professionista dal 1980. Interessata al teatro, lavora come attrice in produzioni di teatro-ragazzi. Tra il 1980 e il 1999 lavora con la Compagnia di Franca Roberto per il Teatro Nuovo, il Gruppo Steps e Vignale Danza, partecipa a spettacoli di danza nelle stagioni teatro ragazzi per l’ Autunno Musicale di Como, interpreta spettacoli di teatro ragazzi (di parola, gestuale e di figura) con Teatro Città Murata, Quillo Company Teatro e Gruppo Fata Morgana di Como.  Tiene numerosi corsi di formazione e laboratori di teatro danza in collaborazione con artisti portatori delle proposte più originale del settore. Dal 1984 dirige scuole e rassegne di danza e dall’89 lavora nella scuola dell’obbligo come consulente e coordinatrice delle attività teatrali. Dal 2007 ad oggi lavora come autrice, danz-attrice e assistente per lucylab.evoluzioni.

MARTINA SPADA

Nata nel 1981, ha un dottorato in Analisi, Protezione e Gestione della Biodiversità e fa la chirotterologa. Lavora per Oikos Onlus dal 2009; si occupa di fauna per il settore Ambiente Italia: gestione della fauna, seguendo in particolare i progetti di monitoraggio e conservazione dei chirotteri. Si occupa del coordinamento e degli aspetti pratici sul campo, per esempio per il monitoraggio di questi volatili in siti eolici. Segue anche i progetti di pianificazione — piani faunistico–venatori, piani di gestione di siti Natura 2000… — e fa analisi cartografiche.