Protagonisti

 

ANDREE’ BELLA

Andrée Bella, psicologa clinica, da anni si occupa di coniugare filosofia intesa come pratica di trasformazione di sé e psicologia nell’ambito delle attività formative che svolge tramite l’Associazione Eupsichia di cui è fra le socie fondatrici. Uno dei suoi temi di ricerca e sperimentazione è quello del rapporto psiche-universo naturale, che ha approfondito intrecciando la filosofia antica, il mito e la psicoanalisi. Ha recentemente pubblicato per Ponte alle Grazie Socrate in giardino. Passeggiate filosofiche tra gli alberi.

SISTA BRAMINI

Sista Bramini è una regista italiana di teatro. Oltre che regista, è anche autrice, attrice e narratrice; è stata l’ideatrice del genere TeatroNatura. Lo spettacolo si svolge in un luogo, con la luce e con le sonorità della natura, con l’uso soprattutto del canto e delle polifonie a cappella; lo scopo di questo genere è promuovere, attraverso gli strumenti teatrali, il recupero delle radici culturali e la qualificazione del paesaggio. Sista Bramini dirige la compagnia teatrale O Thiasos che ha fondato nel 1992 e la Sala CantieriScalzi di Roma; la sua attività artistica si concentra sullo sviluppo del racconto legato al mito classico. È insegnante del Metodo Feldenkrais.

VINCENZO ZITELLO

E’ un compositore concertista, inizia giovanissimo lo studio della musica suonando flauto traverso e viola. Nel 1974 con Franco Battiato fa parte del gruppo “ Telaio Magnetico ” come Violista. Primo divulgatore dell’arpa celtica in Italia dal 1977 si dedica al suo studio frequentando stage di cultura e musica bretone tenuti al “Ti-Kendalc’h”. Nel 1978 forma il duo d’arpa e oboe con Roberto Mazza. Nel 1980 si perfeziona con Alan Stivell in arpa bardica e canto Gaelico e Britonnico. Nel 1984 partecipa al progetto di Nicola Frangione “ Italic Environments ” con il brano “ Nembo verso Nord ” per Arpa Bardica e Tabla e Tampoura, disco LP presente in tutti i musei di arte contemporanea del mondo. Nel 1985 forma il duo “ASCIARA” con Saro Cosentino e registra un 45 giri prodotto da Franco Battiato, edito dalla EMI elaborando un brano tradizionale irlandese cantato in gaelico vincendo la “Vela D’Argento” a Riva Del Garda. Nel 1986 scrive con Saro Casentino il brano “ Nuvole Rosse ” nel disco “ Parck Hotell” per Alice.  Pubblica otto album dal 1987 al 2011. Partecipa alla rappresentazione teatrale della tragedia greca di Eschilo “ I Persiani ” con musiche di Franco Battiato e regia di Mario Martone al teatro greco di Siracusa INDA.

ROSITA MARIANI

Danza professionalmente dal 1987, la sua formazione, intrecciatasi con il lavoro di danzatrice e focalizzatasi a lungo su principi e metodologie provenienti dalla danza contemporanea di matrice americana, è avvenuta in Italia e negli Stati Uniti e ha attraversato fasi diverse, alla ricerca di una profondità dello sguardo insieme al gusto per la sorpresa che viene dal movimento. Si occupa di creazione coreografica con lucylab.evoluzioni, di cui è direttrice artistica dal 2004. Negli anni ha avviato e consolidato collaborazioni artistiche con Cinzia Severino, danzatrice e insegnante.

CINZIA SEVERINO

Danza come professionista dal 1980. Interessata al teatro, lavora come attrice in produzioni di teatro-ragazzi. Tra il 1980 e il 1999 lavora con la Compagnia di Franca Roberto per il Teatro Nuovo, il Gruppo Steps e Vignale Danza, partecipa a spettacoli di danza nelle stagioni teatro ragazzi per l’ Autunno Musicale di Como, interpreta spettacoli di teatro ragazzi (di parola, gestuale e di figura) con Teatro Città Murata, Quillo Company Teatro e Gruppo Fata Morgana di Como.  Tiene numerosi corsi di formazione e laboratori di teatro danza in collaborazione con artisti portatori delle proposte più originale del settore. Dal 1984 dirige scuole e rassegne di danza e dall’89 lavora nella scuola dell’obbligo come consulente e coordinatrice delle attività teatrali. Dal 2007 ad oggi lavora come autrice, danz-attrice e assistente per lucylab.evoluzioni.

RICCARDO CARNOVALINI

Nato a La Spezia nel 1957, Riccardo Carnovalini è camminatore, fotografo e cercatore di vie dal 1980.Ha compiuto lunghi viaggi a piedi nel nostro Paese e in Europa e li ha raccontati in una ventina di libri, in alcune centinaia di reportage, in trasmissioni radiofoniche e televisive.Tra i più significativi: l’Appennino da Capo dell’Armi al Colle di Cadibona; il CamminAmare, 4.000 km camminando lungo le coste da Trieste a Ventimiglia; l’Europa da Trieste alla Danimarca alla caduta del muro di Berlino; il TransAlpedes da Vienna a Nizza; la Scandinavia per 3.500 km da Goteborg a Nordkinn, l’estremità del continente; il Camminaitalia, 8 mesi a piedi sulle montagne per promuovere il Sentiero Italia; il Glorioso Rimpatrio dei Valdesi; il periplo completo della costa sarda; l’Occitania a pè dalle Alpi ai Pirenei; il Roma-Luni per rifotografare il paesaggio costiero che cambia; GeMiTo, il cammino alla ricerca di eccellenze sostenibili sui lati dell’ex triangolo industriale; il Cammino di Marcella, dalla Liguria alla Spagna per cambiare lo sguardo sull’handicap, il CamminAmare Basilicata da una costa all’altra della Lucania.Tra gli ultimi: PasParTu, 6.000 km a piedi senza meta nell’Italia che si fida. L’Appia antica da Roma a Brindisi per ritrovare e riconsegnare agli italiani la madre di tutte le vie europee. Il periplo integrale della costa siciliana, 1.200 km con partenza e arrivo a Messina.

AMBROGIO MOLINARI

Sono Ambrogio Molinari, lavoro per Istituto Oikos srl di Milano dove mi occupo di monitoraggi faunistici. Collaboro con l’Unità di Analisi e Gestione delle Risorse Ambientali dell’Università degli Studi dell’Insubria per studi riguardanti il monitoraggio della chirotterofauna con particolare interesse per l’aspetto bioacustico.

DAVIDE PALUMBO

Biologo, esperto di fauna vertebrata. Dal 2002 si occupa di monitoraggi e ricerche sui grandi carnivori per diverse aree protette. Di formazione interdisciplinare, si dedica anche a micologia e studi sul DNA antico. Esperto divulgatore delle tematiche legate alla conservazione della biodiversità, tiene regolarmente seminari in diverse università italiane sul tema del rapporto tra turismo naturalistico e tutela degli ecosistemi minacciati. Da oltre vent’anni costruisce, organizza e guida itinerari ecoturistici dedicati all’osservazione di animali e ambienti in Africa, India, Sud-Est asiatico, Americhe. Tra le esperienze più significative alcuni viaggi esplorativi nelle foreste pluviali del Borneo alla ricerca del leopardo nebuloso, e tra Camerun, Rep. Centrafricana e Congo.

BIAGIO BAGINI

Autore di programmi radiofonici (per Radio2Rai con Luciana Littizzetto, Marco Paolini, Lucilla Giagnoni) e scrittore soprattutto per l’infanzia con diverse case editrici (Giunti, Panini, Orecchio Acerbo, Il Castoro, Emmme, Lavieri e altre). È autore del ricettario animalista “Prendere una Lepre” (Premio Cento 2015) e del recentissimo “Gli orti degli altri”, ovvero il Libro del Conciorto (edizioni corsare).

GIAN LUIGI CARLONE

Membro fondatore e colonna portante della Banda Osiris (dal 1980) con cui ha girato Italia, Europa, Messico, Brasile, Perù. Argentina. Coautore dei trenta spettacoli prodotti dalla Banda Osiris vanta regie di Nichetti, Vacis, Salvatores, Gallione e collaborazioni con attori e musicisti noti (Marcorè, Capossela, Allegri, Fiorello, Li Calzi, Bollani, Rava, Tesi, Righeira). Per anni ospite fisso di programmi televisivi per la Rai e Mediaset (con Dandini, Nichetti, Bisio). È autore di numerose colonne sonore per il cinema (per Garrone, Pasetto, Hernandez, Rossi Stuart, Comencini, Albanese, Soldini), vincitore del David di Donatello, del Nastro d’Argento e dell’Orso d’Argento al festival di Berlino per la colonna sonora di “Primo amore” di Matteo Garrone. È arrangiatore e produttore di spettacoli di teatro ed elettronica (Italiani, Robissing, Outlet della musica).

CARLO PORTA

Carlo Ponta Dopo gli studi scientifici all’Università degli Studi di Genova inizia a dedicarsi al teatro sotto la guida di Daniela Franchi e successivamente si diploma alla Scuola del Teatro Carcano di Milano. In ambito teatrale lavora con diverse compagnie teatrali portando in scena anche monologhi collaborando con registi come Lucio Morelli, Giulio Cavalli, Paola Scalas, Max Chianese, Stefano de Luca. Parallelamente si dedica anche alla Tv partecipando ad alcune Sit-Com tra le quali “Piloti”, “Via Verdi, 49”, “La Band” e a serie televisive quali “L’Ispettore Coliandro”, “Romanzo Criminale 2”, “Violetta” con i registi Manetti Bros, Stefano Sollima e Antonio Frazzi.
In ambito cinematografico partecipa al film “Un giorno devi andare” di Giorgio Diritti, “Magdalene’s Song “ di Mauro Campiotti (girato in lingua inglese), “Madeleine” di Mario Garofalo e Lorenzo Ceva Valla e “Amo la Tempesta” di Maurizio Losi. Tra le varie esperienze cinematografiche partecipa in ambito produzione e per l’intero periodo di riprese alla realizzazione del film “L’uomo che verrà“ di Giorgio Diritti.

RICCARDO CARNOVALINI

Nato a La Spezia nel 1957, Riccardo Carnovalini ha attraversato l’Italia e l’Europa a piedi perconoscere e far conoscere il nostro territorio, la nostra casa, promuovendo iniziative controuno sviluppo miope e senza limiti che stravolge l’ambiente e la memoria.
Un lungo cammino iniziato nel 1980, una rivoluzione “lenta” fatta di milioni di passi, di migliaia di foto pubblicate, di racconti scritti, radiofonici e televisivi, di amore e di passione raccontati, condivisi e trasmessi.

AULO’ TEATRO

Gruppo teatrale nato nel 2011 in seno all’associazione padovana MetaArte.
Realizza spettacoli teatrali sulle tracce dei padri fondatori del Terzo teatro. Auló Teatro nasce dall’esigenza di “prendere la parola”, come gli auló della tradizione orale eritrea. Realizza spettacoli e laboratori con un importante focus sulle creazioni site-specific e context-specific, e sul lavoro sul Corpo Antonio Irre: Creativo con esperienza specifica nel campo dell’Arte, della Scienza e dell’Interazione. In Auló teatro ha il ruolo di attore e organizzatore. Con una laurea in Chimica Farmaceutica, e Master di Specializzazione in Bioetica presso l’Università di Padova, si interessa di relazioni Arte/Scienza, prendendo parte a diverse conferenze a livello internazionale. Nel 2010/2011 realizza un Master di II livello in “Sistemi Cognitivi e Media Interattivi” all’università Pompeu Fabra di Barcelona, il cui programma include corsi di arte e cultura contemporanea. In questo periodo come curatore disegna il progetto “Integrate & Fire”, inteso come evento/piattaforma per la divulgazione e per la creazione di opere artistiche/culturali collettive. Approfondisce inoltre la conoscenza di software ed hardware open-source.
Dal 2003 organizza festival culturali ed artistici, esplorandone i vari aspetti legati all’ideazione e alla realizzazione. Il focus è quello della interdisciplinarietà, dell’incontro, dei rapporti tra Arte e Scienza come metodi di conoscenza. Ha collaborato alla realizzazione di incontri interculturali e pratiche di apprendimento non formali collaborando con l’associazione Xena, l’associazione CASOarte.scienza.movimento e la cooperativa sociale AltreStrade.
Ha studiato musica (basso elettrico) all’istituto “Michelangeli” di Conegliano (TV). Dal 2001 al 2005 bassista per Food small.massive.rock.ensemble, realizzando due mini CD. Ha studiato percussioni nel 2008 e 2009 con il gruppo Yolibè Djembè (percussioni africane) e nel 2012 con Pietro Valente (rullante). Dal 2011 segue il Training d’Attore con il gruppo Auló Teatro (Teatro di Ricerca), prende parte ai diversi spettacoli della compagnia ed è membro attivo nell’organizzazione degli eventi promossi da MetaArte Associazione Arte&Cultura.
Per quanto riguarda la formazione teatrale esterna prende parte ad un seminario di Teatro e drammaturgia tenuto da Luigi Maria Musati (2011), una masterclass condotta da Dawid Zakowski (2012), seminari di Trampoli e Ritmi tenuti da Mario Barzaghi (Teatro dell’Albero) (2012, 2013), Simone Lampis (2016), Jay Ruby (2017) una masterclass condotta da Raùl Iaiza (2014), un laboratorio semestrale con Talea Teatro e Teatro Amistad (2015), un seminario intensivo con Eugenio Barba e Julia Varley/Odin Teatret (2016), laboratorio con Gary Brackett/Living Theatre (2017). Nel 2015 ha iniziato un percorso nell’Arte Contemporanea e Rigenerazione Urbana, partecipando al progetto Sense of Community a cura di Silvia Petronici, prima come assistente curatore e poi come artista nel progetto Riserve Urbane. Nel 2017 è stato ideatore di X.forma, percorso formativo e performativo sperimentale sulle pratiche site specific, tra arte contemporanea e teatro di ricerca.