ARTICOLO – SECONDA CONFERENZA “SCIENZA E CUCINA A CONFRONTO”

“La conoscenza è potere: impara e vivi”. La frase conclusiva dell’intervento di Anna Villarini risulta essere, in realtà, un ottimo spunto da cui partire per capire e riassumere i punti fondamentali della conferenza tenuta dalla biologa nutrizionista presso Oxy.gen. Ebbene, secondo l’esperta, la conoscenza di cosa sia una corretta alimentazione è fondamentale per la nostra salute. Infatti, come testimoniano le ricerche dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, 3/4 delle malattie cardiovascolari potrebbero essere evitate con uno stile di vita adeguato e 1/3 dei tumori sarebbe evitabile se modificassimo il modo di mangiare. Certo, di per sé una corretta alimentazione non può renderci immuni da queste patologie come un vaccino, ma, se associata a uno stile di vita non troppo sedentario e a un moderato uso di alcolici, nonché a una totale astinenza dal fumo, allora essa potrà ridurre il rischio di contrarre questo tipo di malattie fino al 50%. Leggi tutto “ARTICOLO – SECONDA CONFERENZA “SCIENZA E CUCINA A CONFRONTO””

COMUNICATO STAMPA FESTA DI CHIUSURA DEL FESTIVAL

Festa di chiusura Lunedì 19 settembre h 21 con l’anteprima nazionale di Festa di Franco Piavoli, presente in sala

Lunedì 19 settembre alle ore 21 presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana in collaborazione con Parco Nord Milano e con il sostegno di Fondazione AEM, presenta la festa di chiusura della decima edizione del Festival della Biodiversità, che per 10 giorni ha intrattenuto con oltre 100 eventi culturali naturalistici le famiglie e gli utenti del Parco Nord e altre location del Nord Milano.

In programma, in anteprima nazionale, verrà presentato Festa, l’ultima opera del maestro del documentario naturalistico Franco Piavoli, presente in sala per un incontro con il pubblico.

A seguire serata danzante sulla Terrazza MIC con salumi, formaggi e vino in onore del maestro Franco Piavoli e per celebrare la chiusura della X edizione del festival della biodiversità.

Nell’anno in cui il parigino Cinéma du Réel gli dedica una retrospettiva integrale, Franco Piavoli torna alla regia, presentando fuori concorso al Festival di Locarno Festa, un mediometraggio che segna il ritorno dietro la macchina da presa del cineasta bresciano a ottantatré anni, e a dodici di distanza dal precedente Affettuosa presenza.

Franco Piavoli tende ad afferrare i fenomeni inascoltati, ci mostra liricamente un universo semplice attraverso un cinema che agisce come una lente d’ingrandimento.

La Lombardia torna a essere la protagonista indiscussa del cinema di Piavoli, e con lei la gente che la abita, il popolo, la classe intellettuale. Tutti in attesa che si svolga la festa del patrono in un piccolo paese.

“I quaranta minuti di Festa ondeggiano tra il fermo immagine pascoliano e la mesta riflessione del dì di festa di Giacomo Leopardi. Ma a muoversi sottopelle è un’umanità solitaria, che non riesce a trovare requie, e soddisfazione, nel rituale sempre uguale a sé della festa. Nel controcampo a quell’ansia di vita che si esprime anno dopo anno in gesti e azioni ripetuti con certosina precisione, trova conforto uno dei temi più cari a Piavoli, il disagio nei confronti della vita collettiva, dell’esperienza condivisa. Come nella poesia di Leopardi, anche qui il termine festa viene utilizzato per essere smentito con dolorosa mestizia nel corso dello svolgimento; più che ciò che accade nell’epicentro dei festeggiamenti, Piavoli sembra interessato alle resistenze – a volte fisiche, a volte psicologiche – di chi rimane ai margini, assiepandosi sui bordi esterni e osservando, senza mai nessuno che li noti.” (Raffaele Meale, recensione sulla rivista Quinlan).

Informiamo che dal 15 settembre al 31 ottobre 2016 saranno in mostra le fotografie di Franco Piavoli presso lo spazio espositivo gorani8 curato da Daniela Pacchiana e Alberto Podio. L’esposizione mette in evidenza lo stretto legame che esiste tra le fotografie scattate da ragazzo e i successivi film sonori. Si noterà come la fotografia non è una semplice passione giovanile poi abbandonata, ma è funzionale al successivo sviluppo cinematografico.

L’inaugurazione ufficiale della mostra, alla presenza dell’autore, avverrà martedì 20 settembre 2016 alle ore 18:00 presso Archivio Nanda Vigo, Via Gorani, 8 – Milano.

SCHEDE DEI FILM E CALENDARIO

Lunedì 19 settembre h 21.00

Festa – Anteprima nazionale

Franco Piavoli, Ita., 2016, 40’

Prenotazione obbligatoria al n. 0287242114

In un villaggio di campagna si celebra la festa di San Pietro. Il parroco raccomanda ai fedeli di confessarsi e liberarsi dall’avarizia, ma alla fine della messa invita tutti a far festa. Sul sagrato della chiesa sono i più anziani ad iniziare le danze, mentre gli artisti di strada incantano i passanti e gli adolescenti volano sulle giostre luminose. Un vecchio chiuso in casa, un infermo in carrozzella, un giovane si aggira pensieroso mentre una donna solitaria guarda le coppie abbracciate. Nei paesi o nei quartieri ogni anno si rinnovano le feste tradizionali per celebrare il santo patrono rispecchiando il bisogno di fede, di convivialità e divertimento ma in alcuni fanno sentire più forte il disagio e la solitudine.

Presente in sala il regista Franco Piavoli.

A seguire serata danzante sulla Terrazza MIC con salumi, formaggi e vino in onore del maestro Franco Piavoli e per celebrare la chiusura della X edizione del festival della biodiversità.

 

INFO

info@cinetecamilano.it  www.cinetecamilano.it   T 02 87242114

Cineteca Milano @cinetecamilano

 

MODALITÀ D’INGRESSO ALLE PROIEZIONI

Biglietto d’ingresso intero: € 5,50

Biglietto d’ingresso ridotto: € 4,00 

Biglietto d’ingresso adulto + bambino: € 6,00

GREEN PROMO: se vieni in bici o mostri il biglietto ATM il biglietto costa 3 €

UFFICIO STAMPA

Cristiana Ferrari ufficiostampa@cinetecamilano.it – M 3337357510

 

COMUNICATO STAMPA GLI EVENTI SPORTIVI

GLI EVENTI SPORTIVI

Il Festival della Biodiversità propone tre eventi sportivi non competitivi adatti a tutti: Run & Life, che anche quest’anno si articolerà in un percorso tradizionale di 5+5 Km, più 2 Km finali (facoltativi) da percorrere a piedi nudi sperimentando terreni diversi (erba, fieno, argilla, acqua), per un momento di contatto più stretto, divertente e vitale con la natura; e due Bike Tour, quello di 12 km alla scoperta del parco della Balossa o quello di 3,5 km per scoprire la natura e la storia del parco, dalla Cascina ad Oxy.gen.

Domenica 18 settembre h 10 torna Run & Life, la terza edizione della marcia non competitiva e interamente naturale a favore dell’Associazione Attivecomeprima Onlus, che dal 1973 offre sostegno globale (medico, psicologico e psico-corporeo) alle persone colpite dal cancro e ai loro famigliari.

La corsa è composta da un percorso tradizionale di 5 Km o 10 km più 2 Km finali (facoltativi) da percorrere a piedi nudi per assaporare la biodiversità del terreno e per sperimentare un contatto più autentico e divertente con la natura. Dalla Cascina Centro Parco infatti si snoda un itinerario nei prati, nei boschi e nei canali che consentirà ai partecipanti, correndo o camminando, di ritrovare il contatto umido con la terra. Le piante dei piedi sono le più sensibili al contatto con il suolo perché ricche di terminazioni nervose: i barefooters sperimenteranno la sensazione di un vero e proprio massaggio naturale e di un equilibrio psico-fisico ritrovato.

A seguire rinfresco con prodotti biologici e premi ad estrazione per tutti.

Ritrovo e partenza presso la Cascina Centro Parco all’interno del Parco Nord Milano Via Clerici 150, Sesto San Giovanni (MI).

Sabato 17 settembre alle ore 15 il Festival propone un Bike Tour alla scoperta del Parco della Balossa, che si snoda in un itinerario di 12 km adatto a tutti. Grazie al Servizio GEV del Parco Nord, si invita il pubblico alla scoperta  dell’acqua e del suo valore naturalistico. Tappe ai laghetti di Bresso, al lago Niguarda, lungo il Seveso, al Lago di Oxy.gen, al lago Bruzzano, ai fontanili della Balossa. Partecipazione gratuita. Prenotazione obbligatoria telefonando allo 02.241016.214.

Domenica 18 settembre alle ore 16 in programma un altro straordinario Bike Tour attraverso la natura e la storia del parco organizzato da Ecomuseo Urbano Metropolitano Milano Nord. La biciclettata, con itinerario adatto a tutti, prevede una durata di 2.5 ore per 3,5 km, interamente su percorso ciclabile. Il tour consente di apprezzare differenze e cambiamenti nel paesaggio naturale e urbano. Tappe previste: Bunker Breda, Monumento al Deportato, Villa Manzoni costeggiando il fiume Seveso, Oxy.gen e i Giardini della Scienza, dove un piccolo gelso ci ricorda la fragilità e il valore della memoria. Partenza da Cascina Centro Parco. La prenotazione è obbligatoria all’e-mail ecomuseo@eumm-nord.it o tramite il numero: 3249598176. Biglietto: 8€.

 

COMUNICATO STAMPA GLI EVENTI DI TEATRO E DANZA

TEATRO e DANZA

La vocazione teatrale del Festival della Biodiversità non si smentisce, e per la decima edizione il palcoscenico naturale del Parco Nord Milano accoglierà numerosissimi spettacoli teatrali, all’ora del crepuscolo e notturni, adatti ai bambini o solo agli adulti, itineranti e partecipativi o più tradizionali. Novità di quest’anno è poi l’apertura alla danza e alla performance: in programma infatti un flash mob, un’esibizione tribal fusion e uno spettacolo di danza organica.

Domenica 11 settembre alle ore 17.30 ritorna sulla scena milanese O’Thiasos TeatroNatura di Roma con Tempeste, spettacolo itinerante tratto dalle Metamorfosi di Ovidio. Sista Bramini intreccerà sapientemente la narrazione e le polifonie nel tessuto emotivo e spirituale delle storie e nel rapporto vivo e diretto con il pubblico. Lo spettacolo nasce in stretta relazione con il luogo che lo ospita e la natura in questo caso viene percepita come uno spazio scenico vivo, che con la sua imprevedibilità accoglie e ingloba artisti e spettatori. Nessuna luce artificiale, palchi e amplificazioni, a vantaggio di un contatto più autentico e consapevole dell’essere umano con il suo ambiente, e di un teatro profondamente coerente tra ricerca artistica e rispetto per l’ambiente. Biglietto € 5, prenotazione consigliata.

Domenica 18 settembre alle ore 17.30 la compagnia Casa degli Alfieri propone 94 passi in giardino, uno spettacolo itinerante ideato e rappresentato da Lorenza Zambon. Va in scena la crescita di un giardino: un percorso visionario in un luogo accogliente ma segreto, messo in scena da una delle più intense rappresentanti del Festival di tutti questi dieci anni.

Per i più piccoli

Sabato 10 settembre alle ore 16 Pandemonium Teatro di Bergamo presenta C’era una volta un cece, un pisello, un fagiolo, e una lenticchia, che lascerà favoleggiare i bambini dai 5 ai 10 anni sulle storie di quattro fagioli protagonisti in un progetto di lettura/narrazione teatrale che si concentra sulla “meraviglia delle leguminose”, presente anche nella letteratura popolare. Biglietto: 1 €.

Sabato 17 settembre alle ore 16.30 presso la Cascina Centro Parco la coproduzione Teatri Soffiati e Finisterrae Teatri di Trento propone invece, per bambini da 3 anni in su, uno spettacolo ispirato alla favola Jack e il fagiolo magico integrato da integrato da un minilaboratorio creato in collaborazione con il Museo delle Scienze di Trento (MUSE), in cui gli attori interagiscono con i bambini per far comprendere loro l’importanza dei legumi per la terra e l’alimentazione. Biglietto 1 €.

Alle h 18 dello stesso giorno il Teatro degli Acerbi di Asti presenta lo spettacolo Pinin e gli spiriti della natura, alla ricerca dei solitari abitatori dei boschi. Massimo Barbero ci condurrà nella natura alla ricerca di Pinin, che vive distante dalla civiltà. Biglietto € 5.

Sul versante danza e movimento

Ad animare la Cascina del Parco Nord domenica 11 settembre alle ore 16.30 sarà il duo Rosita Mariani e Cinzia Severino, dove ambo, terno e quaterna diventano l’alibi per sequenze di movimenti corporei in un susseguirsi di sicuro divertimento. Si tratta di Tombola!, un laboratorio-performance che utilizza il gioco della tombola per creare associazioni di movimenti, gesti e parole con cui formare una danza che esisterà solo ed unicamente in quel momento.

Alle ore 18.30 arriva The Tribe a cura di Associazione culturale Lab, eleganti danze e movenze che prendono origine dalla bellydance fondendosi con altre danze orientali, indiane e del Nord America.

Sabato 17 settembre alle ore 21.30 è la volta della performance di danza organica Spirali vitali, a cura del Gruppo Alomar Danza di Sondrio guidato da Ilaria Atena Negri. Il pubblico potrà ammirare la danza lenta, spontanea e spiralata di un gruppo di donne coraggiose che ha fatto della danza una terapia, metafora del superamento della malattia attraverso la bellezza del movimento organico.

In programma quest’anno anche un flash mob a cura di Associazione culturale Lab, che catturerà l’attenzione dei visitatori del parco. Domenica 11 settembre alle ore 16 avrà luogo Eye Contact Experiment, un esperimento sociale per diffondere l’empatia e il contatto verso il prossimo attraverso sguardi, sorrisi e abbracci.

COMUNICATO STAMPA GLI EVENTI MUSICALI

GLI EVENTI MUSICALI

Potevano mancare veri e propri concerti sotto le stelle? Il Festival della Biodiversità ne offre di originalissimi: dall’orchestra di zucche che propone musica folklorica alla performance Clair Obscur – Legami di legumi, che tra bolle di sapone e le ultime luci del giorno, farà rivivere gli echi delle memorie del bosco, passando per l’ormai noto Sleeping Concert, le melodie ipnotiche ed evocative di Gamela Gong Cenik, Heten Hitti e la suggestiva arpa bardica di Vincenzo Zitello per un poetico concerto lungo una notte!

Sabato 10 settembre alle ore 19.30 presso la Cascina Centro Parco avrà luogo la performance itinerante e partecipata Clair Obscur – Legami di legumi, a cura del Centro dimensione Corporea Asd. Lo spettacolo nasce dalla ricerca sulle feste agrarie (da cui nasce il primo nucleo del teatro popolare italiano), dagli studi sui rituali di fecondità, dalla musica e dai canti etnici e popolari.

Otto performers danno vita a scene ambientate a cavallo dell’ora del tramonto, tra le ultime luci del giorno e le prime ombre della sera, per facilitare l’ingresso dei partecipanti nel mondo delle presenze che da sempre hanno abitato i luoghi di transizione tra stati e condizioni diversi. Attraverso canti e musiche accuratamente scelte nel patrimonio popolare ed etnico sarà possibile risintonizzarsi con i ritmi della natura.

La performance si configura come un momento partecipato dal pubblico che viene condotto dai performers in una passeggiata guidata, in luoghi accuratamente scelti e illuminati soltanto da fonti luminose naturali, oltre che dalle ultime discendenti luci del sole tramontante.

Subito dopo Clair Obscur, alle ore 21 presso la Cascina Centro Parco, si potrà assistere al concerto della Cucurbita Sapiens Orchestra, i cui strumenti sono vere e proprie zucche della specie “cucurbita lagenaria”, un tipo di zucca che ha uno scarso valore alimentare, ma ha la particolarità di diventare dura e legnosa. Con essa vengono realizzati strumenti musicali dei cinque continenti, dal star indiano all’ hulusi cinese, la kora e il balafon africani, il giuro e lo shekerè afroamericani e tanti altri. Alcuni di questi strumenti, insieme ad altri realizzati appositamente per l’avanspettacolo, sono utilizzati per suonare composizioni originali ispirate alla musica folkloristica in un ipotetico viaggio intorno al mondo.

La direzione artistica della Cucurbita Sapiens Orchestra è affidata a Danilo Raimondo, Cristina Bolla, con Marco Tosto, Riccardo Loprevite, Marco Fossati, Olmo Manzano.

Sabato 17 settembre in Cascina Centro Parco dalle ore 23.00 fino alle ore 8:00 del 18 settembre, in compagnia di Gamela Gong Cenik, Heten Hitti e Vincenzo Zitello sarà la volta del celebre Sleeping Concert, una notte di suoni dal mondo aperta dal gamelan balinese che accompagna la danza dei demoni della notte per proseguire con melodie ipnotiche ed evocative degli Heden Hitti e la suggestiva arpa bardica di Zitello.

Un concerto lungo una notte intera in cui il pubblico, portando da casa materassino e sacco a pelo, alternerà momenti di sonno e sogno a momenti di veglia e ascolto in un esperimento di “social dreaming” che porterà a condividere i rispettivi sogni (5€ inclusa colazione).

Domenica 18 settembre alle ore 18 presso la Cascina Centro Parco in programma Psyco Phono – Musica e contaminazioni, dove musiche e ritmi si contaminano per creare una sinfonia tutta da scoprire. Verrà esplorata la world music tramite un’accurata selezione di vinili anni ’60, ’70 e ’80, provenienti da ogni angolo del Globo, con tracce dall’Africa, dall’America Latina, dai Caraibi e dall’Asia. Ritmi e musiche che si contaminano per creare una sinfonia tutta da scoprire.

COMUNICATO STAMPA LE MOSTRE DEL FESTIVAL

LE MOSTRE DEL FESTIVAL

L’arte non mancherà di mostrarsi attraverso diverse esposizioni di pittura e fotografia, installazioni, vignette umoristiche a tema, e la speciale edizione di Welcome to the Jungle, una incredibile mostra interattiva sulla foresta amazzonica.

Sabato 10 settembre alle h 17 presso la Cascina Centro Parco inaugurerà anche l’esposizione di opere di pittura e fotografia Semi per nutrire il futuro: una mostra collettiva appositamente realizzata per il Festival di 40 opere d’arte create da 13 pittori e 1 fotografo del Circolo culturale il Sestante. La mostra sarà visitabile da lunedì a sabato dalle 16 alle 19, la domenica dalle 10 alle 19.

Alle ore 18, sempre sabato 10 settembre presso la Cascina Centro Parco, inaugurerà anche l’installazione artistica Albero dei Legumi di Giuseppe Portella: legumi e cereali inglobati in piccoli scrigni, appariranno come gioielli proprio per il  grande valore che in effetti portano con sé. Si tratta di frutti e doni di un albero che rappresenta Madre Natura: un invito simbolico a conservare ed amare il vero patrimonio del nostro pianeta.

Alle ore 18.30 i visitatori del parco potranno visitare la speciale edizione della mostra Welcome to the Jungle, a cura di Associazione Idea e Coolture, che riproduce in 3d, impiegando la tecnica della realtà aumentata, la foresta pluviale amazzonica e per l’occasione si arricchisce di nuovi laboratori.

Dopo il successo dei primi tre mesi di apertura, la mostra si rinnova per il festival con una nuova isola tematica, nuovi animali e piante grazie al contributo di Centro Verde Caravaggio, e nuovi laboratori legati al tema dei legumi e alla mission del Festival ed in particolare all’importanza delle foreste, al problema della deforestazione e delle coltivazioni ecosostenibili finalizzate a minimizzare l’impatto ambientale. La mostra sarà visitabile da martedì a venerdì dalle 16 alle 19, sabato e domenica dalle 10 alle 19.

Ad accompagnare i visitatori nel cuore del Parco Nord non mancheranno le Verdi Risate, le ormai celebri vignette umoristiche sul tema della biodiversità realizzate in esclusiva da artisti e disegnatori provenienti da tutta Italia sotto la direzione artistica del cartoonist Giovanni Beduschi. Per il decennale del Festival è prevista una selezione best of con le migliori vignette delle passate edizioni e una nuova sezione dedicata al tema dell’anno, i legumi, con disegni originali di Athos Careghi, Pierpaolo Perazzoli, Alfio Leotta, Enrico Biondi, Oscar Sacchi, Tiziano Riverso, Mario Airaghi, Vladimiro Di Stefano, Paola Tosti, Danilo Paparelli, Luca Ricciarelli, Agostino Longo.

COMUNICATO STAMPA GLI APPUNTAMENTI DI DIVULGAZIONE

 

GLI APPUNTAMENTI DI DIVULGAZIONE

visite guidate, passeggiate botaniche e naturalistiche, laboratori, incontri, convegni

La decima edizione del Festival della Biodiversità si compone di importanti iniziative di divulgazione e laboratori con esperti del settore rivolti ad un pubblico non specialistico, inerenti il tema della biodiversità in tutte le sue accezioni.

Fondamentale appuntamento divulgativo d’apertura è rappresentato dall’inaugurazione del Festival, che si terrà presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema, venerdì 9 settembre alle ore 18 con una importante conferenza che celebra il decennale del Festival. Il Comitato Scientifico valorizzerà il percorso intrapreso, mostrando l’evoluzione che nel corso del tempo il Festival stesso ha subito, mettendo in evidenza il ruolo che ha avuto come anticipatore rispetto alla diffusione di queste tematiche.

Con personalità scientifiche di alto livello quali Piero Sardo della Fondazione Biodiversità di Slow Food, Andrea Sonnino della FAO e Stefano Bocchi, coordinatore scientifico del Padiglione della Biodiversità durante EXPO2015, si affronterà anche il tema dell’anno e la rilevanza rispetto al futuro del pianeta.

La conferenza sarà seguita da una degustazione di legumi rari serviti in preparazioni alimentari della tradizione italiana in collaborazione con COOPERATIVA ARCIPELAGO ANFFAS – Slow Food.

Alle ore 20.30 l’anteprima del film Cow Spiracy – the Sustainability Secret di Kip Andersen e Keegan Kuhn e prodotto da Leonardo Di Caprio, un film intrigante e coinvolgente, che smaschera le numerose omissioni in materia di sostenibilità e rivela verità poco note ma di cruciale importanza.

Cuore pulsante dell’attività divulgativa sarà Oxy.gen, il padiglione avveniristico dedicato al Respiro della Scienza, dove avranno luogo una serie di incontri che metteranno a confronto scienza e cucina.

Si alterneranno importanti nomi della scienza, tra cui Stefano Bocchi, Anna Vallarini, Paola Palestini e Aldo Zullini, in serate di confronto diretto con cuochi del calibro di Vittorio Fusari e di Angelo Bissolotti o con coltivatori diretti dei presidi Slow Food come Riccardo Geminati.

Il programma delle serate prevede una sorta di forum per condividere le buone pratiche per il benessere del nostro corpo e la presentazione di un legume, sia da un punto di vista scientifico che gastronomico, seguito dalla sua degustazione in un aperitivo tutto particolare; fagioli, cicerchie, piselli, fave.

Si parte lunedì 12 settembre alle ore 18 con Paola Palestini, biochimica, e Riccardo Germinati, agricoltore e referente comunità del cibo in Slow Food della bassa bresciana, mentre martedì 13 sul palco Anna Villarini, biologa e autrice del libro “Prevenire il tumore mangiando con gusto”.

Mercoledì 14 è la volta di Aldo Zullini, zoologo ed ecologo dell’Università Bicocca di Milano, e dello chef Vittorio Fusari del Pont de Ferr, che mostrerà le particolarità di un legume in cucina.

Giovedì 15 Stefano Bocchi, agronomo ed ecologo, presenta il suo ultimo libro “Zolle. La storia ci insegna: le leguminose a granella sono inestimabili”, mentre Angelo Bissolotti de l’Osteria del Treno ci presenterà le proprietà di un legume in cucina.

Presso Villa Lonati tantissimi percorsi botanici alla scoperta del mondo delle piante con la visita guidata Il giro del mondo in 80 piante, dalle specie succulente e subtropicali, alle erbe officinali ed igrofile, o l’incontro Nomen Omen, che indaga sulle radici dei nomi botanici, a cura di Ass. Fragaria.

Da lunedì 12 settembre a venerdì 16 settembre a Villa Lonati si potranno visitare liberamente i percorsi botanici del progetto Comunemente Verde (dalle ore 9:00 alle ore 17:00). I visitatori potranno intraprendere un percorso visivo e sensoriale alla scoperta delle piante officinali, tintorie e tessili; degli agrumi, la raccolta di piante tossiche e velenose. Nella stessa area sono presenti piccoli specchi d’acqua dolce che ospitano specie vegetali tipiche degli ambienti umidi. Inoltre, all’interno della serra didattica, si potranno osservare numerose specie botaniche provenienti da differenti habitat (Africa – America – Asia – Oceania) caratterizzate da diverse strategie di adattamento. Nei pressi della Metasequoia si accede al labirinto dell’Ortagono nel quale il pubblico amerà perdersi.

Sempre presso Villa Lonati, venerdì 16 settembre alle ore 10 avverrà un importante Scambio di semi e piante grazie all’ associazione A.Di.P.A. ed alle  attività condotte dal progetto “Comunemente Verde”. Saranno disponibili semi e piante di specie officinali, ornamentali, tessili e tintorie, e lo scambio si svolgerà in termini di reciprocità favorendo, tra i partecipanti, la conoscenza di nuove specie. Basterà portare dei semi o piante, conoscendone il nome botanico, ed essere disponibili a dare informazioni sulle appropriate modalità di coltivazione.

Contemporaneamente la Scuola di Acquarelli di Lucia Sester propone un laboratorio di produzione dal vero (in replica domenica 18 settembre), mentre nel pomeriggio, grazie ai volontari di Comunemente Verde, è invece previsto un incontro circa le piante velenose e la presentazione e distribuzione della nuova pubblicazione della serie ”Verde in Tasca” – Settore Verde e Agricoltura, dedicata alle “piante tossiche e velenose”.

Sabato 10 settembre alle ore 19 Martina Spada attende le famiglie presso la Cascina Centro Parco per una breve conferenza sui pipistrelli e sulle curiosità che li riguardano. Si proseguirà con una passeggiata nel parco alla ricerca di questo particolare mammifero utilizzando un rilevatore di ultrasuoni.

Sabato 17 settembre da non perdere in Cascina Centro Parco alle ore 17 la tradizionale camminata filosofica, a cura della filosofa Andrée Bella, che esplorerà i miti della natura nella loro accezione nutrice (in contemporanea anche una versione junior). Organizzato da Associazione Eupsichia, un itinerario sui legumi e loro proprietà nutritive per gli esseri viventi ed il suolo e le storie, le tradizioni e il ricco immaginario ad essi collegato. Biglietto € 5.

Nei due weekend del Festival presso l’OrtoComune Niguarda è prevista una passeggiata botanica con gli agronomi Luciano Cretti e Fabio Campana, mentre presso il Museo Botanico una visita nelle aree del museo: il frutteto dei patriarchi, il labirinto di mais-fagioli e zucca, l’orto omeopatico e il percorso d’acqua.

Altri appuntamenti

– Domenica 11 settembre alle ore 11 e alle ore 15 Ecomuseo Urbano Metropolitano Milano Nord proporrà una visita guidata ai bunker Breda, ricordo della fabbrica preesistente e del periodo bellico vissuto dalla città di Milano. Biglietto € 5.

– Domenica 11 settembre alle ore 13 presso la Cascina Centro Parco in programma poi il Forum dei Giardini e degli Orti Comunitari, un incontro per condividere buone pratiche di orticoltura collettiva urbana.

– Sabato 17 h 15.30 e domenica 18 settembre alle ore 11 Emanuele Bargella presenterà il Laboratorio naturalistico alimenti a fagiolo: dalle mimose alle arachidi, dalle carrube al tamarindo, dalla liquirizia al glicine, verrà analizzata l’importanza dei legumi dal punto di vista nutrizionale, agricolo e culinario.

– Domenica 18 settembre alle ore 17 presso la Cascina Centro Parco la Consulta Associazioni Parco Nord promuove un confronto pubblico sulla  gestione delle acque piovane, una sfida molto attuale legata alle risorse idriche.

COMUNICATO STAMPA MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA

 

MIC – MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA – Viale Fulvio Testi 121, Milano

 

X FESTIVAL DELLA BIODIVERSITÀ- I FILM Dal 9 al 19 settembre 2016

Dal 9 al 19 settembre 2016 presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenta, in collaborazione con Parco Nord Milano, una rassegna di titoli a tema ambientale legati alla X edizione del Festival della Biodiversità, che si svolgerà nelle stesse date presso il Parco Nord e altre location del Nord Milano.

In programma ben sei anteprime sul tema, tra cui Cow-Spiracy – The Sustainability Secret, il film di apertura della rassegna prodotto da Leonardo Di Caprio che esplora l’impatto dell’allevamento e dell’industria animale sull’ambiente.

In anteprima nazionale, presentato con grande successo di pubblico all’appena conclusosi Festival di Locarno, è Festa, l’ultimo lungometraggio del maestro del documentario naturalistico Franco Piavoli, presente in sala per un incontro con il pubblico, al quale verrà dedicato un omaggio in sei film.

Per festeggiare il decennale del Festival verranno altresì riproposte le più belle opere filmiche delle scorse edizioni del festival, come Un mondo in pericolo, che racconta con immagini spettacolari realizzate con le tecnologie di ripresa più avanzate lo spopolamento degli alveari, e Cozze Mon Amour, un documentario che svela, in modo intimo e giocoso, la vita amorosa delle cozze.

Tra le anteprime, il citato Cow-Spiracy di Kip Andersen e Keegan Kuhn, un film intrigante e coinvolgente, che smaschera le numerose omissioni in materia di sostenibilità e rivela verità poco note ma di cruciale importanza; Passion for Planet di Werner Schuessler, che catapulta lo spettatore in un viaggio elettrizzante e stimolante in giro per il mondo, accostandosi alla passione di alcuni documentaristi, dei veri e propri “wildlife filmmaker”, per la natura e per gli angoli più selvaggi e incontaminati del pianeta; 10 Billion – What’s on your Plate?, documentario diretto dal tedesco Thurn (autore, nel 2010, di Taste the Waste), che indaga sulla possibilità di garantire cibo per tutti a fronte di un quadro globale fortemente a rischio; Land Grabbing, che indaga sulla pratica di acquisizione su larga scala di terreni agricoli in paesi in via di sviluppo, mediante affitto o acquisto di grandi estensioni agrarie da parte di compagnie transnazionali, governi stranieri e singoli soggetti privati; infine Un’altra strada (con la verdura), diretto dalla regista belga Anne Closset e vincitore del Prix ‘Agir’ al FReDD 2016, festival francese membro della rete Green Film Network, un viaggio alla scoperta di un progetto di consumo sostenibile, basato sulla località, sulla stagionalità dei prodotti e su un nuovo modello che infrange le frontiere tra consumatori e produttori.

L’omaggio al regista Franco Piavoli, presente in sala lunedì 19 settembre alle ore 21 per presentare in anteprima nazionale Festa, il suo ultimo lungometraggio presentato al Festival di Locarno 2016, prevede opere quali Il pianeta azzurro  del 1982, Voci nel tempo del 1996, Al primo soffio di vento del 2002 fino al più recente L’orto di flora del 2009, mediometraggio realizzato da Franco Piavoli per Ermanno Olmi e inserito nel documentario “Terra Madre”. Si tratta di opere attente ai fenomeni e alle meraviglie della natura, di “poesie discrete su ciò che vive a dispetto di tutto”. Franco Piavoli tende ad afferrare il respiro della natura, i suoi flussi stagionali, i fenomeni inascoltati; ci mostra liricamente un universo semplice attraverso un cinema che agisce come una lente d’ingrandimento.

A questo proposito informiamo che dal 15 settembre al 31 ottobre 2016 saranno in mostra le fotografie di Franco Piavoli presso lo spazio espositivo gorani8 curato da Daniela Pacchiana e Alberto Podio. L’esposizione mette in evidenza lo stretto legame che esiste tra le fotografie scattate da ragazzo e i successivi film sonori. Si noterà come la fotografia non è una semplice passione giovanile poi abbandonata, ma è funzionale al successivo sviluppo cinematografico.

Nella selezione del Best Of delle ultime rassegne a tema biodiversità si trovano gli acclamatissimi Un mondo in pericolo, sullo spopolamento degli alveari e Cozze mon amour, un tuffo vero e proprio dentro la vita del mollusco più popolare, giù giù fin nel profondo della loro intimità.

Tra le riproposte anche The Happy Poet di Paul Gordon, una commedia sofisticata e scatenata presentata a Venezia nel 2010 in cui un giovane poeta si inventa venditore di cibo biologico, il documentario Vivan las Antipodas, film dal suggestivo montaggio ambientato nelle terre agli antipodi del pianeta, e Blackout, che si concentra sulle peregrinazioni dei giovani studenti della Guinea, una delle molte zone del mondo con mancanza di luce elettrica, che li costringe a cercare, dopo il tramonto, posti illuminati per studiare.

A completare il programma la commedia Anche gli angeli mangiano fagioli, film italiano del 1973 con Bud Spencer e Giuliano Gemma, dove i legumi del tema del Festival sono protagonisti non solo del titolo, e Unlearning, il sorprendente documentario che racconta in modo semplice e diretto l’esperienza di una famiglia come tante che un giorno ha deciso di provare a vivere in modo diverso.

Domenica 11 settembre alle ore 19 i protagonisti di Unlearning saranno presenti in sala per un incontro con il pubblico.

Speciale GREEN PROMO: per le proiezioni cinematografiche biglietti a 3 euro arrivando al MIC in bicicletta, roller, monopattino o mostrando il biglietto ATM!

 

INFO

info@cinetecamilano.it  www.cinetecamilano.it  T 02 87242114

Cineteca Milano @cinetecamilano

MODALITÀ D’INGRESSO ALLE PROIEZIONI

Biglietto d’ingresso intero: € 5,50

Biglietto d’ingresso ridotto: € 4,00 

Biglietto d’ingresso adulto + bambino: € 6,00

COMUNICATO STAMPA “HUNGER GAME”

HUNGER GAME

Sabato 17 settembre alle ore 10 torna Hunger Game, la straordinaria caccia al tesoro ad equipaggi nei cinque luoghi del Festival della Biodiversità!

I partecipanti saranno chiamati a mettere alla prova sia la propria abilità fisica sia le proprie conoscenze in materia di cinema, arte e natura in una serie di prove itineranti tra la Cascina Centro Parco, Oxy.gen, MIC – Museo Interattivo del Cinema, Villa Lonati – Museo Botanico, OrtoComuneNiguarda.

L’evento, che torna a grande richiesta per la X edizione del Festival della Biodiversità organizzato dall’Ente Parco Nord Milano, avrà luogo a partire dalle ore 10 e vedrà protagonisti equipaggi composti da un minimo di due a un massimo di quattro persone, per un massimo di 50 equipaggi.

La partenza del gioco sarà alla Cascina Centro Parco (ingresso via Suzzani), e per gli spostamenti potranno essere utilizzati solo mezzi ecosostenibili (bici, roller, monopattino, tram, piedi e così via).

Il primo premio sarà davvero esclusivo: una serata speciale da passare al MIC – Museo Interattivo del Cinema in compagnia della propria famiglia, degli amici, dei colleghi, della dolce metà, ma anche da soli. I vincitori avranno infatti a disposizione per un’intera serata la sala cinematografica del MIC, dove potranno vedere il loro film del cuore, e il museo, che potranno scoprire e visitare insieme ai loro amici.

Ma nessuno tornerà a casa a mani vuote. In palio, infatti, ci sono tantissimi premi prestigiosi come una Smartbox Weekend, un pomeriggio in un Centro Benessere, una serata in pizzeria, una visita guidata nel suggestivo Oxy.gen e tantissimo altro ancora.

Iscrizioni e informazioni

L’iscrizione è obbligatoria sul sito del Festival www.festivalbiodiversita.it al costo di 20€ a equipaggio e deve pervenire entro venerdì 16 settembre alle ore 15. La premiazione avverrà sabato 17 settembre alle ore 16.00 presso la Cascina Centro Parco, ingresso via Suzzani.

Maggiori informazioni sul festival: info@festivalbiodiversita.it – Telefono 02241016232

 

COMUNICATO STAMPA LE ATTIVITA’ PER LE FAMIGLIE

LE ATTIVITÀ PER LE FAMIGLIE

Laboratori, mercatini, mostre, spettacoli ed eventi speciali

Durante il Festival della biodiversità non mancheranno le iniziative per le famiglie: laboratori naturalistici, mostre, spettacoli ed eventi speciali che faranno scoprire ai più piccoli le meraviglie della natura in modo ludico e diretto, immersi nel verde del Parco.

Sabato 10 settembre alle ore 18.30 inaugura la speciale edizione della mostra Welcome to the Jungle, a cura di Associazione Idea e Coolture, che riproduce in 3d, impiegando la tecnica della realtà aumentata, la foresta pluviale amazzonica.

Dopo il successo dei primi tre mesi di apertura, la mostra si rinnova per il festival con una nuova isola tematica, nuovi animali e piante grazie al contributo di Centro Verde Caravaggio, e nuovi laboratori legati al tema dei legumi e alla mission del Festival ed in particolare all’importanza delle foreste, al problema della deforestazione e delle coltivazioni ecosostenibili finalizzate a minimizzare l’impatto ambientale.

La mostra sarà visitabile da lunedì a venerdì dalle 16 alle 19, sabato e domenica dalle 10 alle 19.

Sabato 17 settembre alle ore 10 torna Hunger Game, la straordinaria caccia al tesoro ad equipaggi nei cinque luoghi del Festival della Biodiversità. I partecipanti saranno chiamati a mettere alla prova sia la propria abilità fisica sia le proprie conoscenze in materia di cinema, arte e natura in una serie di prove itineranti.

Imperdibili poi le più amate iniziative del festival come il tradizionale Ragliare alla Luna (sabato 10 settembre alle ore 20) a cura della Cooperativa A passo d’asino, una meravigliosa passeggiata notturna a dorso d’asino “per sussurrare alla luna i nostri desideri”; Esploratori… in erba!, una caccia al tesoro interattiva alla scoperta di Villa Lonati a cura dei volontari del progetto Comunemente Verde (venerdì 16 e sabato 17 settembre h 16); il percorso scout Gita fra gli alberi, cui è richiesto un contributo per la raccolta fondi del progetto contro la desertificazione in Burkina Faso a cura di Reach Italia Onlus; la corsa non competitiva Run & Life (domenica 18 h 10), che anche quest’anno si articolerà in un percorso tradizionale di 5+5 Km, più 2 Km finali (facoltativi) da percorrere a piedi nudi sperimentando terreni diversi (erba, fieno, argilla, acqua), per un momento di contatto più stretto, divertente e vitale con la natura; due Bike Tour, quello di 12 km alla scoperta del parco della Balossa (sabato 17 h 15) o quello di 3,5 km per scoprire la natura e la storia del parco, dalla Cascina ad Oxy.gen (domenica 18 h 16) ; la camminata naturalistica e fantastica Gufi, civette e altri uccelli notturni a cura di Cooperativa Koinè (sabato 17 h 19.30); la camminata filosofica Piccoli semi crescono in compagnia di Silvia Stella di Associazione Eupsichia, osservando e ascoltando le favole legate ai legumi partendo dalla più famosa Giacomino e i fagioli magici (sabato 17 h 17); giochi nel labirinto al Museo Botanico e la visita nelle aree del museo: il frutteto dei patriarchi, il labirinto di mais-fagioli e zucca, l’orto omeopatico e il percorso d’acqua.

Durante i weekend del Festival presso OrtoComune Niguarda è prevista una passeggiata botanica con gli agronomi Luciano Cretti e Fabio Campana, mentre presso il Museo Botanico una visita nelle aree del museo: il frutteto dei patriarchi, il labirinto di mais-fagioli e zucca, l’orto omeopatico e il percorso d’acqua.

Spluf – Spazio Pedagogico Ludico Formativo di Cooperativa Sociale Tuttinsieme propone presso Villa Lonati due interventi con il proprio ludobus, al fine di generare interazioni in un ecosistema che valorizzi la diversità e le relazioni.

 

Gli spettacoli per i più piccoli

Sabato 10 settembre alle ore 16 Pandemonium Teatro di Bergamo presenta C’era una volta un cece, un pisello, un fagiolo, e una lenticchia, che lascerà favoleggiare i bambini dai 5 ai 10 anni sulle storie di quattro fagioli protagonisti in un progetto di lettura/narrazione teatrale che si concentra sulla “meraviglia delle leguminose”, presente anche nella letteratura popolare. Biglietto: 1 €.

Sabato 17 settembre alle ore 16.30 la coproduzione Teatri Soffiati e Finisterrae Teatri di Trento propone invece, per bambini da 3 anni in su, uno spettacolo ispirato alla favola Jack e il fagiolo magico integrato da integrato da un minilaboratorio creato in collaborazione con il Museo delle Scienze di Trento (MUSE), in cui gli attori interagiscono con i bambini per far comprendere loro l’importanza dei legumi per la terra e l’alimentazione.

Biglietto 1 €.

Alle h 18 dello stesso giorno il Teatro degli Acerbi di Asti presenta lo spettacolo Pinin e gli spiriti della natura, alla ricerca dei solitari abitatori dei boschi. Massimo Barbero ci condurrà nella natura alla ricerca di Pinin, che vive distante dalla civiltà.

Biglietto € 5.

 

I Laboratori

Sabato 10 settembre alle h 15 e domenica 11 settembre alle h 11 e alle h 15 il pubblico potrà partecipare al laboratorio naturalistico Coltello e provetta: la scienza in cucina a cura di Associazione Idea, una serie di esperimenti per conoscere meglio gli alimenti che quotidianamente troviamo sulle nostre tavole e come dovrebbe essere composta la nostra dieta. Armati di provetta e reagenti, verranno proposte delle esperienze come l’individuazione degli amidi, l’individuazione delle proteine o la denaturazione delle proteine dell’uovo.

Associazione Idea propone anche il Laboratorio naturalistico Legumi…da Mendel a Linneo (sabato 17 settembre h 15 e domenica 18 settembre alle h 11 e h 15) in cui verrà evidenziata l’importanza dei legumi non solo nei nostri piatti, ma anche nel mondo della scienza. Dagli esperimenti sull’ereditarietà svolti da Mendel utilizzando i piselli, alla classificazione botanica di Linneo, si giocherà Dopo aver con la genetica si scopriranno le caratteristiche della famiglia delle Fabacee… fagioli e non solo!

L’Associazione Vango Anch’io propone il laboratorio Lenticchie a contatto (sabato 10 e 17 h 17), in cui si potrà diventare mugnai e pastai per un giorno realizzando la pasta, non con i classici cereali ma a partire dai legumi.

Reach Italia Onlus ha ideato per domenica 11 e 18 settembre alle h 10 tre laboratori:

Conosciamo i legumi?, i cui partecipanti dovranno riconoscere i diversi legumi e collocarli al loro posto all’interno di una tabella con indicate le caratteristiche principali di ogni legume. Verranno forniti ai bambini i materiali necessari e si sottolineerà l’importanza di saper riconoscere il seme giusto da seminare.

A caccia di legumi intende invece realizzare un gioco nel quale i bambini saranno impegnati nella ricerca di determinati legumi sparsi per il prato.

Trova le differenze è un gioco da tavolo nel quale i bambini saranno impegnati a trovare le differenze fra due diverse immagini di legumi.

Un laboratorio pratico in programma anche all’OrtoComune Niguarda (sabato 10 e 17 settembre h 10.30), inerente il meraviglioso mondo delle api. Con arnia didattica si scoprirà una vera e propria “società” organizzata con ruoli e regole precise, entrando in confidenza con questi splendidi insetti, imparando a non temerli e a rispettarli.

Ad animare la Cascina del Parco Nord domenica 11 settembre alle ore 16.30 sarà il duo Rosita Mariani e Cinzia Severino, dove ambo, terno e quaterna diventano l’alibi per sequenze di movimenti corporei in un susseguirsi di sicuro divertimento. Si tratta di Tombola!, un laboratorio-performance che utilizza il gioco della tombola per creare associazioni di movimenti, gesti e parole con cui formare una danza che esisterà solo ed unicamente in quel momento.

Venerdì 16 e sabato 17 settembre alle ore 11 in programma a Villa Lonati il laboratorio naturalistico Piante Guerriere a cura di Associazione Pithekos, che ci farà scoprire alcune curiosità sulle carnivore e sulle piante sensitive attraverso un microscopio ottico, un microscopio portatile e un endoscopio, tutti con telecamera digitale collegate al computer.

Sabato 17 h 15.30 e domenica 18 settembre alle ore 11 Emanuele Bargella presenterà il Laboratorio naturalistico alimenti a fagiolo: dalle mimose alle arachidi, dalle carrube al tamarindo, dalla liquirizia al glicine, verrà analizzata l’importanza dei legumi dal punto di vista nutrizionale, agricolo e culinario. E per i più piccoli un particolare regalo: un fagiolo con del cotone. Potranno così osservare come nasce una piantina!

Elena Menazza e Chiara Giudice di Associazione Amici del Parco Nord attendono i bambini e ragazzi per un Laboratorio di base sulle tecniche degli acquarelli (domenica 18 settembre h 11).

Presso l’OrtoComuneNiguarda nelle due domeniche del festival alle ore 16.30 in programma il Laboratorio espressivo Legumi mondiali, che propone un grande planisfero sul quale i bambini dovranno posizionare le diverse varietà di legumi a disposizione individuandone i paesi di provenienza. I più piccoli potranno affondare le mani nei sacchetti, toccare i legumi e utilizzarli come una tavolozza di colori per comporre tavole tattili o mandala.

Con l’aiuto dei genitori potranno inoltre scoprire i piatti delle diverse tradizioni che vedono i legumi associati ai cereali: piatti nutrienti e sostenibili.

L’Associazione Ambiente Acqua propone presso Villa Lonati il laboratorio Mandala, gioco del Memory (domenica 11 e 18 ore 14), in cui i bambini potranno creare un mandala (simbolo spirituale e rituale che rappresenta l’universo) su un disegno predefinito utilizzando legumi e cereali. A seguire, il laboratorio di semina e germinazione Indovina chi viene a cena, per scoprire come nasce una piantina decorando vaschette di plastica riciclate e aggiungendo bambagia e mix di legumi.

 

MERCATINI

Numerosi mercatini animeranno le vie del parco come il piccolo Expo della Biodiversità (domenica 11 e domenica 18): banchi di vendita legati a progetti di riuso, benessere, cosmesi naturale, artigianato artistico, economia solidale e prodotti naturali a cura di Associazione Culturale LaB.

In programma anche la Mostra R-use con materiali riciclati (presso OrtoComune Niguarda domenica 11 e 18 settembre dalle ore 15.30 alle ore 19), dove materiali e oggetti di scarto e di recupero diventano protagonisti nella progettazione e costruzioni di ambienti, materiali per la bioedilizia, utensili, complementi d’arredo, abbigliamento.

Domenica 11 settembre alle h 15 presso la Cascina Centro Parco è la volta de Al mercato dei legumi, uno straordinario gioco in cui i bambini, all’interno di un mercato di acquisto alimentare, saranno i protagonisti di una spesa che tenga in considerazione valori diversi da quelli ai quali sono abituati. Potranno conoscere in forma ludica nuove specie di legumi scoprendo di conseguenza nuove modalità di alimentazione quotidiana, più rispettosa dell’ambiente e dell’uomo.