Cascina Centro Parco

Cascina Centro Parco

La Cascina è raggiungibile con l’autobus ATM n°708 proveniente da Sesto FS (Fermata Parco Nord) e n°723, 724, 727 all’altezza della passerella pedonale in cemento a scavalco del viale Fulvio Testi (Fermata Centro Scolastico Parco Nord)

Da vecchio cascinale in disuso a cuore pulsante e vitale dell’intero parco, le già costruzioni rurali situate nella parte centrale e più frequentata del parco, sono il vero centro logistico e organizzativo di tutto il sistema Parco Nord Milano.
Fin dall’estate del 1993, da quando sono stati completati i primi lavori di recupero e da quando è stata intitolata a Ercole Ferrario, compianto Presidente che ha guidato i primi interventi realizzativi del parco, la Cascina Centro Parco è sempre stata il luogo in cui nascono tutti i progetti e le idee per il futuro del parco, da cui partono e si concretizzano tutti i programmi di lavoro per realizzarlo e per gestirlo.

 
Il vecchio fienile e le vecchie porcilaie sono stati ristrutturati e trasformati in officine, magazzini e depositi per i mezzi agricoli; le ali centrali dell’edificio invece ospitano gli uffici consortili, i locali per i dipendenti e gli operai forestali, un saloncino per i progettisti e i disegnatori, mentre il caratteristico porticato rustico è stato recuperato ad area coperta per mostre, intrattenimenti e feste.

Non solo luogo di lavoro, quindi, ma anche luogo del tempo libero, soprattutto durante i sabati e le domeniche estive.
Le vecchie stalle sono state anch’esse ristrutturate e inaugurate nel 2001, ed oggi ospitano, tra l’altro, il Centro Visitatori.
Infine, a partire dal 2002, la Cascina centro parco ospita le scuderie per una decina di cavalli della polizia di Stato, frutto di un accordo inter-istituzionale tra le due amministrazioni, per garantire sempre maggiore sicurezza ai frequentatori.

Oggi è la sede di tutti gli uffici e i locali operativi attraverso cui Il Parco si occupa dell’intera gestione. 
L’ edificio, a corte quadrata, ricorda il tipico impianto dell’architettura rurale della pianura padana ossia un blocco residenziale su due livelli, un blocco porticato, un blocco destinato al fienile ed infine un blocco per il ricovero degli animali. Il tutto è reso più omogeneo dalla copertura a falde, al centro si trova il grande spazio un tempo riservato all’aia. 

Nell’edificio si trova anche il Centro Visitatori, uno spazio per mostre e incontri, e la biblioteca “Area Parchi” (Archivio Regionale per l’Educazione Ambientale). 

Il grande vuoto dell’aia trasformato in prato riesce a dare l’impressione di non essere più in città. Per due lati il verde che la circonda è ad uso esclusivo per la sosta delle macchine della manutenzione; gli altri due lati affacciano sul parco, con di fronte un ampio prato e di lato una piccola macchia di bosco. Localizzata nel settore più vecchio del parco, questa cascina è a ridosso del Campo volo di Bresso e di un Condominio industriale e commerciale, nel quale si staglia, decadente, l’ex Palazzina Volo delle vecchie Acciaierie Breda.

La Cascina Centro Parco, intitolata a Ercole Ferrario, Presidente del Parco che, per primo, ha impresso un’accelerazione alla trasformazione del territorio a verde, si è conservata nel tempo e si è arricchita con tutti gli interventi di riqualificazione realizzati nel corso degli anni.